I Prophets of Rage sono un supergruppo rap metal formatosi nel 2016. Il gruppo è composto da tre membri dei Rage Against the Machine (il bassista Tim Commerford, il chitarrista Tom Morello e il batterista Brad Wilk), due dei Public Enemy (il rapper Chuck D e DJ Lord) e dal frontman dei Cypress Hill, B-Real. Il nome della band deriva dal titolo della canzone dei Public Enemy Prophets of Rage (in italiano "Profeti della rabbia") contenuta nel loro album del 1988 It Takes a Nation of Millions to Hold Us Back.


Rita BluNur è una fiber artist, una visionaria con le iperboli in testa. Il blu è il colore dell'anima, rappresenta il chakra della comunicazione, Nur fa parte del suo vissuto in Nord Africa, e significa luce. Una luce creativa che permette la genesi della sua espressione artistica intrisa delle sue emozioni.

Sito Ufficiale Rita BluNur

...



Bryce Case, Jr. (born August 23, 1982), otherwise known as YTCracker (pronounced "whitey cracker"), is a "former" cracker most known for defacing the webpages of several federal and municipal government websites in the United States, as well as several in private industry at the age of 17. Case later became known for his work as a Nerdcore hip hop artist.

L’illustratore moscovita Anton Gudim riflette nei suoi disegni un mondo pieno di umorismo e crudeltà. Molti dei suoi lavori devono essere osservati con attenzione per capire la battuta. Si va dall'"Ultima Cena" di Leonardo da Vinci con i commensali intenti a guardare lo smartphone passando da un leone che invece della folta cresta ha un cappuccio a coprire una testa calva, per finire con un passante che invece di dividere due ragazzi che litigano li immortala con un foto che poi pubblicherà sui social network.

...


"I miei pezzi sono una composizione digitale di opere d’arte. Il Museo Siriano è una collezione di opere che sto creando. Ho contrapposto le più famose opere dei più grandi maestri europei, come da Vinci, Matisse, Goya, Picasso, con la distruzione in Siria. Volevo creare un parallelo tra le più grandi conquiste dell’umanità e la distruzione che l’uomo è in in grado di infliggere."

Syria | Tammam Azzam from Ayyam Gallery on Vimeo.



Natalino Balasso (Porto Tolle, 2 dicembre 1960) è un attore, comico e scrittore italiano. Autore e attore di teatro, cinema, radio e televisione, ha debuttato in teatro nel 1991, in televisione a fine anni novanta, al cinema nel 2007 e ha scritto alcuni libri di narrativa.
Sembra che l'intelletto ne riduca l'effetto..sembra quasi un dispetto,fatto a te stesso con diletto.. che tanti purtroppo ne conoscono il perfetto, stato,spesso indesiderato,e mal gustato..il sapore della vita mischiato ad un caffè scecherato o se preferite shakerato,con la derivazione inglese adottato,in un linguaggio globalizzato ,molto ricercato, trovare uno che legga i commenti dell'Accademia della crusca,e si busca perle di cultura brusca,ma giusta..linguaggi in busta..per chi sbuffa e rompendo equilibri truffa,e vedere la muffa delle periferie con gli odori del muschio salire...troppi atti da chiarire e definire non è mai stato giusto per me capirne il fine....cosa posso dire ...un mondo con troppe aspirine..drogano etnie e vedere bambine che sposano umani paragonabili ad arpie che pagando con celate rapine.......mine vaganti..bordelli e diamanti.. pesanti strati sociali....spesso troppo disumani........animali .....nel porcile scannati per digerire...quantità di cibo da smaltire..un mondo di fumetti da chiarire..personaggi con messaggi , subliminali,arti e decori rari......mondi sotterranei,viaggi mai uguali...destinazioni e incomprensioni......vivono in questi mondi nuovi....fatti ..... di telecomunicazioni, in questo mondo contaminato... da un 'unico atto troppo sconsiderato..poco rispetto... tanto malgrado..il tutto salvato in un semplice allegato...mondo non pervenuto..o imbalsamato in uno strato intossicato da cosa ci hanno propinato..verde speranza di un mondo migliorato.....un grande messaggio imbottigliato,pianeta inquinato da soluzioni e metodologie politiche preventivato..generazioni che ne subiscono un peccato originato dal lucro che ha ingannato!! Ecco spiegato il significato del mondo così maltrattato..Rispetto Và riconsiderato..pensando a come potrebbe essere un giusto trattato nello scrivere il mondo e il suo presente che sembra un futuro assente, come un demente ,osservando con occhi al passato,,incrostato da peccati, mondo a dire poco frodato e dove ci hanno privato ogni bisogno di giusto e hanno allontanato il desiderio di vita tanto agognato..risorgendo dalle ceneri come un 'antico Eldorado..generazioni che hanno il vomito incorporato,a causa di un prodotto erogato da civiltà parallele che danno soluzioni in barelle..e cartelle..e le uniche sono le stelle che luccicano in questo mondo a strisce e modelle..care sorelle le stelle ...che nel cielo mi guidano a cambiare pelle!!!
In what has become known as “The Homeland Incident,” The Arabian Street Artists engineered a graffiti hack on the show Homeland by placing subversive messages written in Arabic on set. Homeland is not a Series is a message from the artists themselves.

Elisa Insua è un artista argentina di 25 anni che è diventata famosa per i suoi collage e per le sue sculture realizzate con oggetti di scarto.

Appropriation & Culture Jamming from Ricardo on Vimeo.
Part of a continuing series on Remix Culture. Edited by Ricardo Carrion
Una bambina vola via col palloncino e assiste agli orrori della guerra. Poi, in cielo, si unisce a migliaia di altri palloncini rossi di bambini siriani. Il video d’animazione è stato realizzato da Banksy in occasione del terzo anniversario del conflitto siriano.

In un divertente video diffuso dalla compagnia telefonica NTT Docomo nella giornata di ieri, si mettono in luce tutti i pericoli di un uso eccessivo dello smarphone quando si cammina. Il breve filmato si intitola Samurai Smartphone Parade è usa un’ambientazione antica e ovviamente parodistica, in cui un gruppo di samurai comincia il rituale pellegrinaggio annuale dalla capitale Edo, l’odierna Tokyo, verso i possedimenti del loro daimyo. Assieme i samurai cominciano il cammino ma, tutti dotati di uno smartphone che ossessivamente usano e con cui si trastullano, non prestano alcuna attenzione a ciò che sta loro attorno.

Aruki sumaho (aruku=camminare, sumaho=contrazione e traslitterazione di smartphone), questa è la nuova espressione giapponese coniata dai media dell’arcipelago per definire chi usa il telefonino mentre cammina, una pratica che ogni anno porta nel Sol Levante a parecchi incidenti e incovenienti, almeno prestando fede a ciò che dice la Docomo. Come scritto nel video (sottotitolato in inglese) che potete vedere qui sotto, il 66% di quelli che usano uno smartphone quando camminano si scontrano con altre persone ed il 3.6% finisce per cadere dai binari quando aspetta il treno o la metropolitana. Il video si conclude con due interessanti cifre: il 99% delle persone pensa che sia pericoloso camminare ed usare lo smartphone, ma il 77% lo ha fatto almeno una volta.
Mona Caron originaria di Centovalli, valle e cittadina del Canton Ticino (Svizzera), è un nome molto conosciuto fra le strade di San Francisco: suoi infatti sono i maggiori murales dipinti in varie parti della metropoli che raccontano storie di vita cittadina, ma soprattutto ritraggono la natura, la sua vera passione e fonte di ispirazione.



quadri dada-surrealisti tridimensionali realizzati con Blender. Blender è un software libero e multipiattaforma di modellazione, rigging, animazione, compositing e rendering di immagini tridimensionali. "Non mi piace l'arte che serve solo a celebrare il suo esecutore, mi piace l'arte che serve per guarire" Jodorowsky

...
"Mark Jenkins è un artista americano noto per le sue installazioni urbane e per le sue tape sculptures.

Jenkins utilizza la strada come un palcoscenico dove i passanti, e a volte le autorità, giocano un ruolo attivo di spettatori/attori. Con il progetto Storker Project del 2005, in collaborazione con Sandra Fernandez, Jenkins semina bambini di scotch in angoli abbandonati delle città. Con la serie Embed del 2006, invece, i soggetti diventano perfettamente abbigliati e iperrealisti, interpreti delle circostanze più insolite e surreali.

L’intento di Jenkins è quello di provocare una reazione estranea ai modi convenzionali e all'’uniformità dei comportamenti. Coinvolgere e destabilizzare. Inserite nello spazio di vita quotidiano, in situazioni e posizioni inusuali, le sue opere creano un paesaggio surreale ed enigmatico, tanto verosimile quanto ambiguo. Ironico e provocatorio, il suo lavoro parla di emarginazione urbana, beffandosi e criticando la nostra abitudine all’indifferenza. Ci costringe a interagire con il mondo che ci circonda, ad alzare lo sguardo e chiederci cosa è reale e cosa non lo è." da collater.al

...


"Art is a lens to look at issues that are too complex to examine in words."

L'arte di Aaron Staples mostra la distruzione ambientale implicita nella pesca del tonno commerciale: migliaia di squali, tartarughe e altre specie "indesiderate" vengono catturate e gettate via a morire ogni anno;


Polli, maiali, mucche e agnelli stipati in un vecchio camion da macello, verde militare. Squittiscono e stridono mentre passano di fronte alla gente divertita per le strade del Meatpacking, ex quartiere mattatoio di New York City, riconvertito in una delle zone più trendy della Grande Mela. Solo che gli animali di "Sirens of lamb";




















Hyuro è una street artist di origini argentine che, ad un certo punto della sua vita, incontra Escif, altro street artist di casa a Valencia. Da quel momento inizia la sua attività artistica, si trasferisce nella cittadina spagnola e trova uno stile che è del tutto originale. I soggetti dei suoi murali sono per lo più donne in movimento che sembrano esprimere la profonda personalità dell’artista, le sue inquietudini e il suo essere donna. L’uso del bianco e nero enfatizza questa sensazione di introspezione che invita a riflettere.


...


Nel campo artistico l’ad-busting é stato portato ad un altro livello dall’artista berlinese Vermibus, il quale, mediante l’uso di solventi, sfigura icone di glamour e bellezza, rendendo i modelli dei poster simili a teschi e zombie deturpati.

Vermibus - "Dissolving Europe" from Vermibus on Vimeo.




















Prende un dettaglio, un tombino, una crepa, una riga lungo un muro e ne fa una piccola opera d'arte. E' la street art dell'artista francese OakOak. Scova nei dettagli urbani elementi che possono sembrare insignificanti e li valorizza a modo suo. St. Etienne e altre città in Francia sono piene delle sue trovate. Ecco alcune delle sue opere che continuano ad essere condivise in rete.


...


Un fotografo argentino emergente ha deciso di realizzare un reportage di quelli davvero tosti. Come Davide contro Golia, i suoi nemici sono il glifosato e la Monsanto.

Il glifosato, uno degli erbicidi più usati al mondo in campo agricolo, ha effetti devastanti e drammatici sulla salute delle persone che sono costrette a vivere in suo contatto. Questa volta a sostenerlo non è un’organizzazione ambientalista o, meglio ancora, qualche agenzia che fa capo all’Organizzazione mondiale della sanità. Lo dimostra, con immagini e testimonianze, un reportage realizzato da Pablo Ernesto Piovano, un fotografo argentino che nel 2014 ha deciso di documentare la condizione della popolazione del suo paese che lavora o vive nei pressi dei campi coltivati a soia ogm dove si usano dosi massicce di diserbanti.




MashRome Film Fest 2015 - Snowcrash Project Live - Isola Tiberina - 04/07/2015

Arriva a Roma la Silent Disco! Con Michele Moi, Giulia Campagna, Bz Akira Santjago e i Falange. Come nel mash-up cinematografico, durante la SILENT DISCO, tanti sono i generi musicali che si mescoleranno nella serata, dalla musica balcanica ed electroswing selezionata dal musicista (violinista elettrico) e compositore Michele Moi, all’electro-punk delle colonne sonore dei mash up composti da Bz Akira Santjago, alla musica elettronica di Falange. Le 3 Differenti Linee Musicali verranno trasmesse contemporaneamente e il pubblico sarà libero di scegliere quale linea ascoltare delle 3 proposte tramite le Cuffie Wi - Fi (Sx - 809 PowerBass). L’Isola Tiberina sarà così “conquistata” da danzatori silenziosi, nel rispetto dell’ambiente e dello stare assieme per una serata unica.



...

"un esperienza particolare e molto interessante; da fuori vedevi persone che ballavano, con le luci colorate delle cuffie in testa, ognuno con il proprio ritmo, perchè c'erano 3 canali diversi (le mie videomusiche, il violinista Michele Moi Ziganviolin e i Falange) nel silenzio e nello stupore dei passanti... aveva qualcosa del flash mob... dal mio punto di vista è stata un cosa positiva, perchè chi era interessato poteva con la cuffia viversi l'esperienza della videomusica a un livello meno superficiale, magari cercare di andare oltre la semplice contemplazione e l'aspetto ballereccio della musica... c'è chi lha fatto e ho ricevuto feedback molto interessanti..." Bz


Celles et Ceux des Cimes et Cieux from Gwenn GERMAIN on Vimeo.

trailer di un film immaginario ( o eventualmente ancora da fare), chiamato “Celles et Ceux des Cimes et Cieux”, creato da uno studente francese Gwenn Germain, in occasione del suo diploma alla Scuola d’Arte Crèapole, corto amatoriale, senza nessuna produzione alle spalle, autoprodotto e ispirato alle opere di Miyazaki;


Sean Yoro (aka Hula) nato alle Hawaii è un pittore e un artista di strada; ha realizzato una splendida serie di murales raffiguranti donne che emergono dall'acqua lungo le pareti in calcestruzzo di strutture in rovina e abbandonate. In piedi sull'acqua, rema con il suo sup per raggiungere le migliori posizioni per la sua arte, riuscendo anche a tenere in equilibrio i suoi barattoli di vernice.

...


Dopo che un suo amico ciclista si era ferito cadendo per colpa di una buca, Wanksy, un’artista di Manchester (UK) ha deciso di fare qualcosa per risolvere il problema. Wanksy utilizza vernice lavabile per disegnare peni intorno alle buche nel suo quartiere, e ‘come per magia’ 48 ore dopo vengono riparate. "La gente guidando passa sopra le stesse buche più e più volte senza accorgersene" ha detto Wanksy in un’intervista. "Improvvisamente disegni qualcosa di insolito intorno a queste, tutti lo notano e il fatto viene subito segnalato e spesso la buca viene riparata." Il portavoce del consiglio della città di Bury non è daccordo: "Disegnare oscenità intorno alle buche non le farà riparare più velocemente in alcun modo anzi è uno spreco di tempo e risorse".

...




alienati per fuggire dall'alienazione, sempre più soli, rischiamo di disimparare sia a trasmettere le nostre emozioni in modo adeguato usando la comunicazione verbale, sia a usare la mente per immaginare l'altro, il nuovo e il mondo...


Artista milanese, concettuale e impegnato, lavora in maniera dissacrante su tanti temi sociali, dello spazio urbano e delle sue problematiche; La strada è il suo palcoscenico, esponente di quella che viene genericamente denominata street art, un attivista urbano in grado di reinterpretare con ironia la realtà restituendo agli spazi e ai tempi normalmente morti e di passaggio che percorriamo tra una via e l’altra delle città un significato del tutto nuovo.

"Non realizzo muri o disegni ma un certo tipo di intervento che fino a dieci anni fa era denominato installazione urbana. La mia è arte prevalentemente spontanea, totalmente indipendente che non ha mai lavorato attraverso brand e commissioni. Oggi molta street art è solo moda da supermercato e la trovi in qualsiasi tipo di pubblicità, legata ai grandi marchi e molte volte realizzata dagli stessi artisti che fino a qualche tempo prima avevano come oggetto di critica la stessa multinazionale. Sono un po’ polemico perché è un fenomeno che rischia di collassare, come tutte le cose che si sviluppano troppo velocemente senza il tempo di crescere bene."

"Una serie di circostanze e avvenimenti mi hanno conferito l’appellativo di artista. Rifiutare questa definizione è una forma di provocazione perché l’artista è sempre stato visto come una persona dotata di un dono eccezionale. Era anche uno stimolo per invitare le persone normali a sconfiggere quest’idea. Non invito le persone a fare le cose che faccio io ma a capire che non c’è nessun tipo di freno. La creatività è data a tutti, è gratuita e sono fermamente convinto che vada allenata. Non è che uno ce ne ha di più e uno di meno, va semplicemente allenata."

...


Etam Cru, sigla che riunisce due personalità artistiche: Bezt e Sainer, due giovani polacchi tra i maggiori esponenti mondiali di street art che si ritrovarono insieme a studiare pittura, serigrafia, illustrazione e design grafico all’Accademia d’Arte di Lodz, in Polonia. Ciascuno con caratteristiche forti e ben definite, ma in costante dialogo tra loro, dopo aver squarciato il grigiore urbano di molte città europee, sono arrivati con i loro rulli anche in Italia a regalare uno dei loro capolavori surreali.

...


Si chiama Francesco Camillo Giorgino, ma tutti lo conoscono come Millo. Classe 1979, è partito dalla città natale di Mesagne e negli anni si è fatto conoscere nella scena della street art. Le opere si distinguono per un uso sapiente del bianco e nero attraverso intricate linee che incorporano elementi di architettura per creare delle storie che non lasciano indifferenti passanti ed estimatori.

...


Carlos Latuff è un disegnatore brasiliano di origine libanese, specializzato in satira politica. I suoi lavori affrontano temi come antiglobalizzazione, anticapitalismo, pacifismo e antimilitarismo, soprattutto nei confronti delle ultime guerre condotte dagli Stati Uniti. È molto conosciuto per le sue vignette sul conflitto israelo-palestinese e sulle recenti rivoluzioni arabe. Lo stesso Latuff ha descritto il suo lavoro come controverso.

...


Natalia Rak, classe 1986, nata in Polonia. Si è laureata in Fine Art a Lodz con specializzazione in Spatial and Poster Design conseguita presso l’atelier dell’artista Sławomir Iwański. Artista emergente del penorama europeo, ha esposto prevalentemente in Polonia, in mostre personali e collettive. Istinto e colori brillanti, fanno di questa artista una rappresentante della corrente di arte urbana più tradizionale, armata di bombolette e specialista delle sfumature e delle impressionanti rese coloristiche. Interprete di un’umanità imbronciata e sovrappensiero, Natalia Rak è diventata famosa per la sua bambina dalle treccine rosse che innaffia in punta di piedi un albero, strappandolo alla tridimensionalità del mondo reale e trascinandolo all’interno di un mondo fantastico di graziosi giganti a colori. Un percorso artistico segnato da forti potenzialità, da seguire con interesse nel suo sviluppo internazionale..

Natalia Rak - Ophelia from Boråspunktcom on Vimeo.





...



La pratica del culture jamming consiste nella decostruzione dei testi e delle immagini dell'industria dei media attraverso la tecnica dello straniamento e del détournement, cioè lo spostamento di immagini e oggetti dalla loro collocazione abituale per inserirli in un diverso contesto semantico dove il loro significato risulti mutato, se non capovolto. Il risultato è in genere la trasmissione di un messaggio di critica radicale del sistema economico che avviene per mezzo dello stravolgimento del suo apparato ideologico-pubblicitario, nel tentativo di liberare l'individuo dal ruolo di ricevente passivo e indurlo a un consumo critico e consapevole del linguaggio dei media.

Le pratiche del culture jamming affondano le proprie origini nelle azioni di "disturbo culturale" messe in atto dai situazionisti sin dalla fine degli anni cinquanta e in seguito adottate da altre correnti culturali come i neoisti e i plagiaristi. Il termine culture jamming fu coniato dalla rock band americana dei Negativland, che a partire dal 1983 creò alcuni cut-up musicali che comprendevano frammenti di jingle pubblicitari, notiziari televisivi e talk-show allo scopo di conferire loro un nuovo significato paradossale.Divenuti noti grazie ad una vicenda legale contro gli U2 e per le loro teorie contro il copyright, i Negativland furono, assieme ai Residents, una delle prime formazioni di collage sonoro vicine in spirito alla musica rock.

































Ella & Pitr sono due artisti di strada che formano la coppia dei Papiers Peintres..

Creano giganti addormentati, grandi uccelli, cumuli di pietre, sedie o tronchi carbonizzati. A volte invitano i passanti a farsi fotografare di fronte a grandi manifesti che includono cornici;



http://papierspeintres.net/

...
Come un turista clandestino Banksy è riuscito ad entrare nella Striscia di Gaza e documenta l’orribile universo che circonda i bambini palestinesi in un video di 2 minuti. “Spesso Gaza viene descritto come la più grande prigione all’area aperta, perché non è permesso a nessuno entrare o uscirne” commenta l’artista sul suo sito web, precisando che a Gaza è peggio. Nelle prigioni non viene tolta l’elettricità o l’acqua portatile all’improvviso quasi quotidianamente.












































L’arte è un mezzo di comunicazione fortissimo, forse anche più della parola. Questo concetto l’ha ben capito l’artista Luis Quiles, meglio conosciuto come Gunsmithcat. L’illustratore ha così preso la decisione di utilizzare il suo talento per denunciare le tantissime carenze della società odierna. Alle sue notevoli capacità ha intelligentemente aggiunto la giusta dose, o forse un pizzico in più, di sarcasmo e provocazione.
Il risultato è quasi scioccante ma allo stesso tempo straordinario; le illustrazioni sono molto forti e provocatorie, probabilmente proprio come Gunsmithcat sperava che fossero. Gli argomenti che l’artista Luis Quiles ha voluto mettere in evidenza sono la prostituzione, le carestie, l’omofobia, la pornografia, le diverse religioni, la guerra, la fame, le censure, la droga, la mania dei social network, la mutilazione, lo sfruttamento minorile e molti altri. Argomenti piuttosto delicati, ma che l’artista ha saputo denunciare nel modo giusto con questa serie di illustrazioni.


...


Il Fumetto di Banksy Anti-Ads